Tanti auguri a me. Con due mesi di ritardo :-)!

Il mese maggio, il giorno l’11. Gli anni 47 (ehm!).

La camicia a maniche lunghe, preparavo questi (mini) muffin al cioccolato per spegnerci su una candelina e scattavo (troppe) foto per realizzarci una stop motion (che è quella cosa che sembra un video ma in realtà sono un milione di foto giustapposte). Per intero la trovi su IG in forma di Reel.

Poi mi é scappato l’attimo e son passati due mesi. E ora quella camicia a maniche lunghe fa sudare solo a guardarla.

Garantisco però, che questi dolcetti meritano. Si sciolgono in bocca e il palato esplode. C’è anche un barbatrucco per completarli con una crema golosissima al cioccolato al caramello salato (o al cioccolato normale, come vuoi).

Se hai il coraggio di accendere il forno eccoli qua, altrimenti ricordati di loro alla prossima occasione in un cui vorrai preparare una coccola cioccolatosa.

Per il prossimo compleanno scatto a febbraio, così magari il post arriva in tempo. Mi vuoi bene lo stesso?

 

muffin al cioccolato senza glutine

***

(Mini) muffin al cioccolato senza farina
(e quindi senza glutine) 

Difficoltà:  

Tempo di realizzazione:

  • Preparazione dei minimuffin: 10 minuti
  • Cottura dei minimuffin: 15-25 minuti
  • Preparazione della crema al cioccolato: 15 minuti
  • Finitura dei minimuffin: 10 minuti

Ingredienti (per 8-12* (mini) muffin)

Per i minimuffin

*il numero di dolcetti dipenderà dalle dimensioni della tua teglia da muffin

** in realtà per il mio palato va bene anche una quantità inferiore di dolcificante. Ho provato sia con 30 g zucchero/40 eritritolo, sia con 45 g di zucchero/60 eritritolo. A me la prima versione non dispiace. La sensazione al palato è quella tipica del cioccolato ad alta percentuale di cacao, intorno all’85%. Se vuoi sentirli più dolci aumentane un po’, non necessariamente fino alla quantità indicata. Con 60 g zucchero/75 eritritolo accontenti tutti i palati.

Per la crema al cioccolato (al caramello salato)

n.b.: Le dosi della crema sono un po’ abbondanti, è probabile che te ne avanzi un po’. Se la conservi in un contenitore ermetico, meglio se dimensionato, in frigorifero, potrai consumarla in 3-4 giorni senza problemi.

Per finire (opzionale)

Procedimento

Accendi il forno 

Preriscalda il forno a 200° C statico.

Ungi con ghee  (o burro o olio di cocco) degli stampini per muffin o minimuffin e foderali con dei pezzetti di carta forno (possibilmente compostabile) nella parte delle pareti. Spargi un po’ di polvere di cacao sul fondo cosparso di ghee.

Prepara l’impasto dei dolcetti senza farina

Unisci il cioccolato con il grasso (burro e ghee oppure solo burro). Sciogli a bagnomaria e gira per far amalgamare. Quando sciogli il cioccolato a bagnomaria ricorda sempre che è meglio che il contenitore interno che contiene il cioccolato non tocchi l’acqua in ebollizione del contenitore esterno.

Monta le uova. Con un frullino o con le apposite fruste della planetaria, monta le uova per 1 minuto alla massima velocità. Aggiungi il dolcificante che hai scelto un cucchiaio alla volta e continua a montare, a velocità medio alta, per circa 6 minuti, finché il composto sarà diventato gonfio, fermo e spumoso.

Aggiungi il sale e versa, molto lentamente, il composto di cioccolato e grasso. Mescola con una spatola molto delicatamente con un movimento dal basso verso l’alto per evitare che si smonti. Aggiungi il cacao e mescola ancora delicatamente finché non sarà completamente amalgamato. Non mescolare più di quel che serve per far amalgamare bene gli ingredienti.

Versa negli stampini per muffin o minimuffin

Porta a ebollizione un litro circa d’acqua.

Trasferisci l’impasto dei minimuffin negli stampini. 

Prendi una teglia per il forno capiente, versaci dentro una quantità d’acqua bollente tale che il suo livello nella teglia sia di circa 1,5/2 cm e ponici dentro gli stampini per muffin.

Cuoci

Inforna a 200° C e cuoci per 5 minuti. Abbassa la temperatura a 170° C e prolunga la cottura per altri 15-25 minuti (dipenderà dalla grandezza dei tuoi stampini da muffin e dalla potenza del tuo forno), finché la superficie non sarà diventata opaca e leggermente spaccata e i muffin non avranno superato la prova stecchino (lo stecchino dovrà fuoriuscire umido, magari sporco di cioccolata, ma senza mollichine). 

Sforna e fai raffreddare

Preleva la teglia con all’interno gli stampini da muffin e adagia questi ultimi su un griglia da raffreddamento. Aspetta che siano completamente freddi prima di prelevarli dagli stampini da muffin.

Metti il burro a temperatura ambiente

Una mezz’ora circa prima di preparare la crema al cioccolato, togli il burro dal frigo, pesane la giusta quantità e lascia che si ammorbidisca.

Prepara la crema al cioccolato (al caramello salato)

Se vuoi dare un twist caramellato ai dolcetti, usa una tavoletta di cioccolato al caramello salato. Se non la trovi va benissimo un buon cioccolato fondente 70%.

Sciogli il cioccolato a bagnomaria e lascia che torni a un temperatura vicina a quella ambiente.

Con un frullino o con le fruste apposite della planetaria, monta, a velocità media, il burro a temperatura ambiente con il sale e la polvere di vaniglia, finché non sarà diventato una crema. Aggiungi il cioccolato sciolto raffreddato e continua a montare,  alla velocità minima, quel tanto che basta a far amalgamare. Unisci la panna un cucchiaio alla volta finché non sarà completamente amalgamata.

Decora i minimuffin

Decora ogni minimuffin con una cucchiaiata di crema al cioccolato, con un movimento simile a questo:

Finisci i minimuffin (opzionale)

Se stai preparando i minimuffin per un’occasione speciale e se lo desideri, puoi decorare ulterioremente i minimuffin con

  • dei fiori eduli o un fruttino, come ad es. un lampone, un mirtillo, una mora, una fettina di fragola
  • qualche goccia di cioccolato fondente sciolto a bagnomaria.

Muffin al cioccolato senza glutine

muffin al cioccolato senza glutine

***

L’unica difficoltà di questa ricetta é capire il momento esatto in cui toglierli dal forno, perché i minuti di cottura dipenderanno dalla dimensione della tua teglia per (mini) muffin e dalla potenza del tuo forno. Toglili quando la superficie apparirà opaca e spaccata e avranno superato la prova stecchino. Nel mio forno su questo tipo di dolci giova sempre prolungare la cottura 5/10 minuti con la funzione solo sotto.

***

Meal prep, organizzazione e conservazione

Questi dolcetti sono piuttosto rapidi e per una riuscita ottimale andrebbero preparati lo stesso giorno in cui vuoi mangiarli.

Tuttavia conservati in una scatola di latta tengono bene, per cui se il giorno in cui vuoi mangiarli non puoi prepararli, puoi anticipare la preparazione dei dolcetti, farli raffreddare completamente, riporli in una scatola ermetica e servirli il giorno dopo.

La crema, invece, meglio usarla appena fatta: se conservata in frigorifero potrebbe solidificarsi leggermente e faresti fatica a decorare i dolcetti. Se hai anticipato i dolcetti, riservati un po’ di tempo per preparare almeno la crema nel giorno in cui vuoi mangiarli e servirli, in modo da non correre alcun rischio.

Se in casa non ci sono 200 gradi come in questo periodo, i dolcetti avanzati possono essere conservati in una scatola ermetica per 2-3 giorni. Con il caldone di questi giorni meglio conservare in frigo. 

***

#senzacongusto

Questi minimuffin, non contenendo farina, sono adatti anche a chi non può mangiare il glutine.

Ho voluto proporre anche una versione con l’eritritolo, per chi segue un’alimentazione a basso contenuto di zuccheri.

In ogni caso, la qualità delle materie prime è fondamentale.

***

Per altre ricette di dolci al cioccolato puoi guardare:

***

Disclaimer

In questa ricetta ho inserito dei link affiliati a Macrolibrarsi, uno dei più grandi bio-store online. Se fai la spesa usando un mio link, oppure se inserisci il codice 7471 nel riquadro “Presentato da: codice partner” nella fase di verifica (la 4°) del processo di acquisto, io guadagno una piccola commissione. Mi darai la possibilità di dedicare tempo alla stesura di contenuti utili gratuiti qui sul blog (senza inserire pubblicità, che trovo sia fastidiosissima per chi legge) o sugli altri miei canali. 

***

Vuoi offrirmi un caffé?

Condividere la mia visione del cibo e tutto quello che imparo per me è bellissimo e se potessi allungherei le giornate per avere più tempo per farlo. Ovviamente non si può e quindi devo dare priorità al lavoro, quello retribuito.

Se ti piace quello faccio, lo trovi utile e vuoi darmi la possibilità di dedicarci il tempo necessario, qui puoi offrirmi un caffè.

***

Hai voglia di farmi sapere?

Se vuoi farmi sapere se questi muffin al cioccolato senza farina ti sono piaciuti, o se vuoi chiedermi qualsiasi cosa, puoi lasciare un commento qui sotto o sui miei canali social, oppure scrivermi in privato. Nel caso in cui la provassi (o se rifai qualunque altra ricetta del blog) e avessi voglia di mostrarmela, scatta una foto e condividila su Instagram taggando @alternativeeating, così potrò vederti.

Grazie mille!